Carrello 0
Il Peplum di Emilio. Storie e fonti antiche e moderne dell'immaginario salgariano (1862-2012)

Il Peplum di Emilio. Storie e fonti antiche e moderne dell'immaginario salgariano (1862-2012)

€14.99

In tempi di revival salgariano (acceso ma un po' miope) e di nuova fortuna del peplum (con egual destino d'immediata e inutile adesione), questo volume tenta di tracciare una particolare mappa dell'antichità immaginaria distesa tra letteratura e cinema a partire da due romanzi - Le Figlie dei Faraoni (1905) e Cartagine in fiamme (1906 e 1908) - di Emilio Salgari, il più prolifico scrittore italiano d'avventura delle patrie lettere moderne, di cui quest'anno ricorre il 150° anniversario della nascita (Verona, 1862). Perché? Perché il peplum di Emilio ci aiuta a rileggere un orizzonte assai complesso, fatto di archeologia e filologia, storia e storiografia, letteratura e opera, e di molto cinema, permettendoci di disegnare una larga e in gran parte inedita contestualizzazione; una mappa, per l'appunto, in cui precipitano insieme scrittori più o meno noti come Gautier o Lorrain, Flaubert o Bertheroy, Doyle o Van Wyck Mason, d'Annunzio o Petrai, Lemaître o Kalisky, ma anche film come la mitica Cabiria (1914) di Pastrone o la Salammbô (1911) di Ambrosio e quella (visto censura nel 1914, prima visione nel 1915) di Gaido, e Lo schiavo di Cartagine (1910), Didone abbandonata (1910) e Delenda Carthago! (1914) di Maggi, e poi Scipione l'Africano (1937) e Cartagine in fiamme (1959) di Gallone, Jupiter’s Darling (1955) di Sidney, The Barbarians - Revak the Rebel (1960) di Maté...

Autore: Luciano Curreri. Edizioni Il Foglio. Pagine 230


Condividi questo prodotto


Ti potrebbe interessare